I Luoghi Santi emanano la presenza di Cristo

Vocazioni - Vieni e seguimi

I Luoghi Santi emanano la presenza di Cristo

Presenza di Dio nei Luoghi Santi

La convinzione che tutta la Terra Santa sia intrisa della presenza di Cristo e che lo si possa trovare, adorare ed amare in tutti i Luoghi, era già stata espressa con parole semplici ma esaustive, che dimostrano la totale umanità di Cristo, da un vecchio Custode della Terra Santa, Francesco Suriano, tra la fine del XV sec. e l’inizio del XVI.

“In Terra Santa – dice Suriano – non esiste né monte né valle, pianura o campo, fonte o fiume, torrente o villaggio, costruzione o pietra che il Salvatore del mondo non abbia toccato con i suoi santissimi piedi quando camminando da una parte all’altra andava predicando: con le ginocchia quando invocava il Padre, con le gambe quando affaticato dal viaggio o per mangiare si sedeva, ed ancora con le mani quando assetato le usava per bere l’acqua, o con la fronte quando si inginocchiava per pregare il Padre suo, ed infine con tutto il corpo quando arrivato il momento di andare a dormire, riposava il corpo stanco sulla terra nuda.

Così come quando, appena nato, fu messo a dormire nel presepe, o quando da morto giacque nel Sepolcro.

Quando, ancora, nell’ascesa al cielo lasciò le impronte dei suoi santi piedi sul monte”.

Gesù ha irradiato la sua grazia verso tutti gli angoli della Terra Santa, santificandoli.

Irrigò la terra con il suo sudore, le sue lacrime e il sangue, purificò e santificò l’acqua del fiume Giordano, il mondo intero con la croce e la terra con la sua sepoltura.

Da qui il carattere di sacralità e santità che hanno tutti i suoi angoli. Tutto è santo e pieno di virtù in Terra Santa: gli alberi, la legna, le verdure, la vegetazione, il pane, l’acqua, e le pietre.

Ed è proprio la Santità di Cristo, che ha impregnato tutta questa terra, a renderla un’attrazione per tutti gli uomini di tutti i tempi .

Luogo santificato più di ogni altro, la Terra Santa gode della continua presenza di Dio.

L’autore ritrova la presenza della Trinità in tutti i luoghi del Vecchio e Nuovo Testamento, in special modo dello Spirito Santo durante la Pentecoste.

Ne vede la santità nella presenza continua di Santi e, concludendo, afferma che “nei Luoghi Santi il Cristo e la Vergine Maria vengono ricordati per la loro singolare importanza, nei luoghi che a loro fanno riferimento.

In questo contesto ha un ruolo fondamentale la maternità divina di Maria.

Ricordiamo a questo proposito alcune affermazioni di San Francesco sul suo ruolo nella Storia della Salvezza: “Circondava la madre di Gesù di un amore inesprimibile perché aveva reso uomo e nostro fratello il Signore onnipotente” , diceva Tommaso da Celano.

Mentre Francesco, riferendosi a Maria nella sua contemplazione sull’umanità dell’incarnazione, scriveva: “Questo Verbo del Padre, così degno, santo e glorioso, annunciato dall’Angelo Gabriele, fu inviato dal cielo al seno della Vergine Maria dallo stesso Altissimo Padre dalla quale ricevette la carne della nostra fragile umanità”.

Maria, perciò, è al centro di questo mistero di amore e umiltà.

È da lei che il Figlio di Dio ha preso la nostra stessa carne, la nostra debolezza e fragilità, e attraverso Maria è divenuto nostro Fratello. Francesco lo contempla ancora con parole estasianti: “Oh, com’è santo, com’è caro, piacevole e umile, pacifico e dolce e amabile e sopra ogni cosa desiderabile!” Grazie a Maria, dunque, Dio ci ha amato “e creato per mezzo di tuo Figlio, con lo stesso santo amore con cui ci amasti hai fatto in modo che Egli, vero Dio e vero uomo, nascesse dalla sempre gloriosa e beatissima Vergine Maria”.

Ed infine, per mezzo di Maria ci ha salvati “avendo, grazie a lei ottenuto misericordia” , ed è venuto a noi peccatori con la misericordia e la tenerezza del Padre.

 

Fr. Artemio Vítores, ofm

Vicario della Custodia di Terra Santa

Calendario

25/11/2017 CELEBRAZIONI

S. Caterina. Betlemme: 11.30 Ingresso - 13.45 Vespri - 14.15 Processione - 15.30 Ufficio e Proce.

26/11/2017 CELEBRAZIONI

N.S.G.C. Re dell’Universo. Betlemme:10.00 Messa solenne (Custode)

24/12/2017 CELEBRAZIONI

IV Avvento.Vigilia di Natale. Betlemme: 13.30 Ingresso del Arcivescovo e I Vespri – 16.00 Processione – 23.30 Ufficio 00.00 Messa – 1.45 Processione alla Grotta

25/12/2017 CELEBRAZIONI

Natale del Signore. Betlemme (S. Caterina): 10.00 Messa Campo dei Pastori dei Greci e dei Cattolici: 14.00 Pellegrinazione

26/12/2017 CELEBRAZIONI

S. Stefano. S. Stefano: 16.00 Pellegrinazione

2011 - © Gerusalemme - San Salvatore Convento Francescano St. Saviour's Monastery
P.O.B. 186 9100101 Jerusalem - tel: +972 (02) 6266 561 - email: custodia@custodia.org