Attività medico-assistenziali

Vocazioni - Vieni e seguimi

Attività medico-assistenziali dei francescani di Terra Santa

Per realizzare questa missione, i francescani hanno da sempre svolto un’attività sociale e pastorale molto intensa.
Oggi questa attività comprende vari aspetti: le parrocchie, le scuole, l’offerta di lavoro per i cristiani, la costruzione di case e via dicendo. In passato un’attività di gran rilievo è stata quella del servizio medico-assistenziale per tutta la popolazione (incluso i pellegrini) della Terra Santa, in particolare di Gerusalemme. Ciò non deve sorprendere se pensiamo che i frati consideravano curare i malati e i lebbrosi come un dovere, in linea con gli insegnamenti del Padre Francesco.
Il Capitolo Generale dell’ordine del 1292, infatti, dava disposizioni per regolamentare lo studio della medicina all’interno dell’ordine stesso, e sebbene il Diritto Canonico proibisse, normalmente, al clero di svolgerne l’attività, lo studio e la pratica medica erano ammessi in casi e situazioni eccezionali.
In generale, in tutto il Medio Oriente vi era una penuria di medici e infermieri. Per questo stesso motivo l’attività medica fu, per i frati, di grande importanza.
Per secoli i principali e più specializzati medici e farmacisti a Gerusalemme e nel resto della Palestina, sono stati proprio i Francescani della Custodia. Il primo frate medico inviato da Papa Pio II, nel 1460, si chiamava frate Battista Lübeck, il quale oltre ad essere laureato in medicina era un grande esperto nel campo. L’attività medica e di carità dei frati era iniziata, però, molto tempo prima.
Già nel 1355 i francescani furono incaricati da Papa Innocenzo VI, con la Bolla Piis fidelium studiis del 5 settembre di quell’anno, di gestire l’ospedale e il centro di accoglienza del Monte Sion, fondato nel 1352 da Sofía de Arcangelis, ricca nobildonna di Firenze.
Accanto al convento francescano, Sofia aveva comprato delle case abbandonate, assieme ad un vasto terreno, in cui fondò una casa di accoglienza per donne che offriva ben cento posti letto. Questa si trovava a sinistra del convento di Sion e vi si accedeva sia dal chiostro del convento stesso che dalla chiesa.
Era di forma triangolare, con due piani e provvista del necessario per il soggiorno e l’alimentazione dei bisognosi. Il 13 Dicembre del 1362, Papa Urbano V conferisce ai francescani la facoltà di assistere i pellegrini, a livello spirituale e sacramentale, con la Bolla Piis devotorum desideriis. Il convento, infatti, funzionava anche da casa di accoglienza con varie stanze riservate ai pellegrini e questa assistenza dei frati ai pellegrini fu sempre gratuita (salvo qualche elemosina) e spesso gravata dalle tasse imposte dal governo.
Il convento-foresteria, in cui trovò accoglienza anche Sant’Angela Merici, fondatrice delle Orsoline, cessò di esistere con la cacciata definitiva dei francescani dal Monte Sion nel 1551.

 


Fr. Artemio Vítores, ofm
Vicario della Custodia di Terra Santa

Calendario

25/11/2017 CELEBRAZIONI

S. Caterina. Betlemme: 11.30 Ingresso - 13.45 Vespri - 14.15 Processione - 15.30 Ufficio e Proce.

26/11/2017 CELEBRAZIONI

N.S.G.C. Re dell’Universo. Betlemme:10.00 Messa solenne (Custode)

24/12/2017 CELEBRAZIONI

IV Avvento.Vigilia di Natale. Betlemme: 13.30 Ingresso del Arcivescovo e I Vespri – 16.00 Processione – 23.30 Ufficio 00.00 Messa – 1.45 Processione alla Grotta

25/12/2017 CELEBRAZIONI

Natale del Signore. Betlemme (S. Caterina): 10.00 Messa Campo dei Pastori dei Greci e dei Cattolici: 14.00 Pellegrinazione

26/12/2017 CELEBRAZIONI

S. Stefano. S. Stefano: 16.00 Pellegrinazione

2011 - © Gerusalemme - San Salvatore Convento Francescano St. Saviour's Monastery
P.O.B. 186 9100101 Jerusalem - tel: +972 (02) 6266 561 - email: custodia@custodia.org