SBF Taccuino

Vocazioni - Vieni e seguimi
  • SBF
  • >>
  • SBF Taccuino

Esperti israeliani decodificano un’iscrizione crociata in lingua araba con il nome di Federico II

Il nome dell’imperatore Federico II e la data “1129” ritrovati a Giaffa su di un muro di 800 anni fa, per molto tempo datato dagli archeologi al periodo ottomano.

L’Autorità Israeliana per le Antichità (IAA) ha reso noto che alcuni archeologi hanno decifrato una lastra di marmo grigio con un’iscrizione di 800 anni fa in arabo che ne fa l’unico documento crociato mai rinvenuto in questa lingua nel Medio Oriente. L’iscrizione, che riporta il nome dell’imperatore Federico II e la data “1229 dell’Incarnazione di nostro Signore Gesù il Messia”, è ritenuta un “raro reperto archeologico”.
L’iscrizione è stata ritrovata anni fa su di un muro a Giaffa, nei pressi di Tel Aviv, ma fu in un primo tempo ritenuta del periodo ottomano; per questa ragione non le fu data priorità da parte degli archeologi. Il prof. Moshe Sharon, dell’Università Ebraica di Gerusalemme, ha dichiarato che solo all’inizio della decifrazione gli archeologi si sono resi conto che l’iscrizione risaliva al periodo crociato.
Federico II, che guidò la sesta crociata (1228-1229), fortificò il castello di Giaffa e lasciò sulle sue mura due iscrizioni, una in latino e l’altra in arabo. Sharon, uno degli archeologi che hanno interpretato l’iscrizione, sostiene che l’iscrizione in arabo sia stata redatta dai funzionari di Federico II o, forse, persino dallo stesso imperatore. L’IAA ha comunicato che l’iscrizione è quasi intatta, elenca tutti i titoli di Federico II e non ha equivalente in nessun luogo. In Sicilia, dove si trovava il principale palazzo reale di Federico II, non sono mai state trovate iscrizioni in arabo.
Il più grande successo di Federico II durante la sua crociata fu la consegna di Gerusalemme ai crociati da parte del sultano egiziano al-Malik al-Kamil, come risultato dell’armistizio tra i due sovrani nel 1229. Nonostante fosse stato scomunicato da papa Gregorio IX, Federico II incoronò se stesso Re di Gerusalemme nella Chiesa del Santo Sepolcro, e menzionò questo suo titolo nell’iscrizione.

Fonte: Haaretz.com (16-11-2011)

Adattamento: G.M.


  • Febbraio
    • L
    • M
    • M
    • G
    • V
    • S
    • D
    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    • 6
    • 7
    • 8
    • 9
    • 10
    • 11
    • 12
    • 13
    • 14
    • 15
    • 16
    • 17
    • 18
    • 19
    • 20
    • 21
    • 22
    • 23
    • 24
    • 25
    • 26
    • 27
    • 28

Calendario

04/03/2017 CELEBRAZIONI

Naim: 10.00 Messa S. Sepolcro: 13.30 Ingresso 14.50 Processione sol. – 23.40 Vigilia

05/03/2017 CELEBRAZIONI

I Quaresima. S. Sepolcro: 8.30 Messa solenne

11/03/2017 CELEBRAZIONI

S. Sepolcro: 14.00 Ingresso e Processione sol. – 23.40 Vigilia

12/03/2017 CELEBRAZIONI

II Quaresima. S. Sepolcro: 8.30 Messa solenne

15/03/2017 CELEBRAZIONI

Dominus Flevit: 16.00 Messa solenne

2011 - © Gerusalemme - San Salvatore Convento Francescano St. Saviour's Monastery
P.O.B. 186 9100101 Jerusalem - tel: +972 (02) 6266 561 - email: custodia@custodia.org